Stampa
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 


Con il Sud che partecipa: 2 milioni di euro a disposizione delle iniziative di volontariato 

Fino al 12 febbraio 2016 le organizzazioni non profit potranno presentare alla Fondazione con il Sud le proposte da sviluppare in una o più regioni che rientrano nel programma (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia).

Le partnership progettuali dovranno essere composte da almeno 3 organizzazioni: oltre al terzo settore e al volontariato potranno essere coinvolte: istituzioni, università, mondo economico e della ricerca.

L’obiettivo dell’iniziativa “Con il Sud che partecipa”, promossa dalla Fondazione CON IL SUD e rivolta alle organizzazioni non profit di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia, è quello di sollecitare l’impegno dei cittadini in attività di volontariato al Sud, capaci di generare utilità sociale.

Possono presentare un’idea progettuale, in qualità di Soggetto Responsabile, tutte le organizzazioni senza scopo di lucro, aventi una delle seguenti forme: associazione (riconosciuta o non riconosciuta); cooperativa sociale o consorzio di cooperative sociali; ente ecclesiastico; fondazione; impresa sociale.

Il Soggetto Responsabile deve, inoltre, dichiarare, di:

a) essere stato costituito almeno due anni prima della data di pubblicazione della presente iniziativa, in forma di atto pubblico oppure di scrittura privata autenticata o registrata;

b) essere costituito in prevalenza da persone fisiche e/o da associazioni, imprese sociali, cooperative sociali o loro consorzi, enti ecclesiastici e/o fondazioni;

c) avere sede legale e/o operativa in almeno una delle sei regioni di intervento della Fondazione;

d) svolgere attività coerenti con la missione della Fondazione;

e) aver presentato una sola Idea progettuale a valere sulla presente linea di intervento. Nel caso di presentazione di più idee da parte di uno stesso Soggetto Responsabile, queste verranno tutte considerate inammissibili;

f) non avere progetti/programmi in corso finanziati dalla Fondazione,in qualità di Soggetto Proponente/Responsabile.

Oltre al Soggetto Responsabile, la proposta dovrà vedere il coinvolgimento di almeno altre due organizzazioni che potranno appartenere, oltre che al mondo del volontariato e del terzo settore, anche a quello delle istituzioni, dell’università, della ricerca e al mondo economico.

La partecipazione di soggetti “profit” in qualità di Soggetti della Partnership, dovrà essere ispirata non alla ricerca del profitto, ma all’apporto di competenze e risorse finalizzate alla crescita e allo sviluppo del territorio e della società locale.

L’iniziativa è articolata in due fasi, la prima si conclude il 12 febbraio 2016. 

In quella data le organizzazioni non profit potranno presentare idee per avvicinare i cittadini al volontariato, valorizzando il loro impegno per il bene comune e provocando effetti di innovazione nei contesti in cui vivono: meccanismi duraturi ed efficaci di cittadinanza attiva, impatto in termini di visibilità e capacità di coinvolgimento.

Nella seconda fase le idee selezionate dalla Fondazione, saranno convertite in progetti esecutivi, attraverso una proposta di intervento più dettagliata e completa.

  •  

    13.jpg - 51.91 KB

  •  

  •  

  • Consueling :